Come si distribuisce l’economia del Veneto?

economia in veneto

Se volessimo andare a cercare in che modo il Veneto ha deciso di distribuire le sue risorse interne, rendendo il paese davvero molto efficiente, dovremmo considerare degli aspetti che formano le sue risorse, e andarle ad analizzare.

In un altro articoli, ci siamo occupati di definire in che modo la regione ha diviso le sue risorse, a grande linee, al contrario in questo articolo vorremmo entrare più nello specifico andando ad affrontare le tematiche di sviluppo del commercio interno veneto. Per prima cosa, andando a specificare la sua agricoltura, si devono considerare le sue componenti, che sono COLTIVAZIONE, PESCA, ALLEVAMENTO; il settore industriale che comprende il TESSILE ed il settore ELETTRICO, per finire con il grande artigianato, davvero ogni genere di artigianato.

Partiamo con il settore dell’agricoltura, che ha permesso al Veneto di resistere alle sfortunate vicende del passato, in particolare oltre alla coltivazione di vigneti, cereali e patate, ancora oggi ben attiva, anche l’allevamento e la pesca hanno da sempre rappresentato ottime risorse per questo posto, si allevano moltissimi animali, principalmente bovini e suini, ma ottiene un vero e proprio primato con l’allevamento dei polli. Specificando, l’allevamento avviene sia in montagna che in stalla, e questa regione è segnalata come una delle migliori produttrici di carne formaggi e latte oltre che avere la peculiarità di essere una delle poche regioni in Italia che alleva il baco da seta, e per questo motivo il Veneto vanta anche una produzione di seta naturale.

Procedendo verso l’altro grande sostentamento della sua economia, approdiamo al settore della pesca, e in questo caso, per non andare a ledere più di quanto è stato fatto al suo mare, il Veneto ha deciso di creare degli allevamenti di pesci e molluschi che possano minimizzare l’impatto ambientale, e la città di Chioggia rappresenta un importante centro ittico italiano. Anche l’industria ha sicuramente contribuito a migliorare le sorti di questa regione, e si tratta di un’industria davvero molto diversificata, che riguarda diversi settori dal chimico al metallurgico, a quello tessile, si tratta per lo più non di grosse aziende, ma sono tante e si distribuiscono per tutto il territorio del Veneto, diversificandosi in maniera molto netta, coprendo vaste aree e commercializzando i prodotti, in tutta Italia e in tutto il resto del mondo.

Inoltre, anche una buona notizia in termini di energia sostenibile, che riesce a produrre elettricità dalle acque intorno alla regione, grazie a dei sistemi molto intelligenti che si sviluppano sui corsi di acqua, oppure attingono dal bacino artificiale, ce ne sono alcuni specialmente nel Piave e nel brenta. Anche il turismo, affrontato anch’esso in un articolo precedente sull’economia Veneta, ha aiutano enormemente questa regione ad aumentare il suo benessere.

Artigianato del Veneto: le belle arti

Non poteva mancare un settore assolutamente nonmarginale, che esporta l’arte italiana in tutto il mondo; il Veneto infatti, rappresenta la sede di alcune tra le migliori creazioni italiane in termini che riecheggiano il famoso MADE IN ITALY; il pregiato vetro di Murano o il merletto di Burano, ancora lavorazione della ceramica e la preziosa oreficeria, inoltre, la preziose fabbricazioni di mobili e abbigliamento.